FONDAZIONE
GUIDO
D’AREZZO

Teatro Petrarca

Teatro Petrarca

L’idea di costruire ad Arezzo un nuovo teatro, in sostituzione dell’ormai inadeguato teatro della Fenice posto in uno stanzone all’interno delle Logge vasariane, è da ricondursi al 1828, quando un gruppo di notabili aretini, costituitisi in Accademia, si fece promotore di un’iniziativa che consentisse di portare anche nella loro città lo spettacolo più in voga al momento: l’opera lirica.

I costruttori interpellarono vari ingegneri ed architetti (tra cui il giovane Matas), richiedendo proposte e preventivi. Dopo un’attenta valutazione venne prescelto l’ingegnere architetto fiorentino Vittorio Bellini. Particolarmente complessa fu la vicenda dell’acquisizione di un’area urbana idonea all’impianto del nuovo teatro, che venne individuata in alcuni terreni demaniali, già appartenenti al complesso monastico della Badia. Il 5 febbraio 1830 iniziano i lavori e dopo solo 235 giorni viene completata la copertura. Il 21 aprile del 1833 si tenne lo spettacolo di apertura della prima stagione teatrale con la rappresentazione dell’opera Anna Bolena di Gaetano Donizetti. Negli anni successivi si completano le strutture accessorie del teatro con la realizzazione della sala da ballo su progetto dell’ingegnere Lorenzo Materassi (1835). Nel 1892 sotto la direzione dell’ingegnere Alessandro Marraghini si costruisce una nuova palazzina di ingresso e viene riorganizzato completamente il sistema dei percorsi interno; si realizzano infine nuovi camerini per gli attori. L’ultimo restauro si è concluso nel 2015.

Il teatro, il cui impianto è a ferro di cavallo, è dotato di 4 ordini di palchi (per un totale di 85 compreso il palco reale), e assicura con la platea disponibilità ad accogliere circa 600 spettatori.

CONTATTI
Via Guido Monaco, 12 – Arezzo
capienza massima: 461 posti + 96 posti in piedi

BIGLIETTERIA
il giorno dello spettacolo:
orario 10.00 - 13.00 / 17.00 - 21,00
ON LINE
www.boxofficetoscana.it/