CONCERTO DI CAPODANNO 2022

Musica il primo dell’anno, musica tutto l’anno: il 2022 si inaugura ad Arezzo con il Concerto di Capodanno con OIDA Orchestra Instabile di Arezzo diretta dal Maestro Alessio Tiezzi che il primo gennaio 2022 alle 18 salirà sul palco del Teatro Petrarca.

“Anche quest’anno Oida è felice di continuare una tradizione importante- afferma la presidente Paola Butali – quella di offrire agli aretini il concerto di Capodanno e di continuare la collaborazione con la fondazione”.

Il programma musicale prevede brani celebri, inediti di suites e poemi dedicati alle danze, che accompagnerà il pubblico in un percorso di opere della tradizione e composizioni che verranno eseguiti per la prima volta ad Arezzo.

In apertura le Antiche Arie e danze per liuto – Seconda Suite di Ottorino Respighi, uno degli autori italiani più eseguiti nel mondo, in prima esecuzione ad Arezzo, una raccolta di brani di antiche danze composte nel 1931 che vede l’impiego di una grande orchestra in cui il compositore ha creato una commistione evocativa tra antico e moderno. Di seguito ancora una prima esecuzione, la celeberrima Danse Macabre, Poema sinfonico op.40 di Camille Saint – Saëns, in cui il primo violino, che impersona la morte, dovrà scordare il proprio strumento e affrontare una ridda in cui il dialogo tra tutti gli strumenti dell’orchestra termina con il canto del gallo (impersonato dall’oboe) che pone fine alla composizione.

Il programma prosegue con due conosciutissime danze slave di Dvorak e la travolgente quinta danza ungherese di Brahms. Non può mancare per Capodanno il sapore dei valzer e delle polche viennesi della famiglia Strauss.

La conclusione, altra prima esecuzione ad Arezzo, sarà Danzon no.2 del compositore messicano Arturo Marquez, che sorprenderà il pubblico con ritmi latini e melodie appassionanti. Danzón n° 2 è uno dei brani orchestrali messicani più popolari e più frequentemente eseguiti tra le composizioni di musica classica contemporanea ed esprime e riflette lo stile di danza chiamato danzón, che ha le sue origini a Cuba.

Un programma pensato da Oida per proporre al pubblico opere straordinarie unendo tradizione e originalità, con i festeggiamenti del nuovo anno.

“Il Concerto di Capodanno di Oida – afferma il direttore della Fondazione Guido D’Arezzo, Lorenzo Cinatti – sta diventando un appuntamento ormai irrinunciabile per molti aretini e frequentatori della nostra Città. Iniziare l’anno in musica è ormai una tradizione di molte città europee e  grazie ad Oida, oltre che la tradizione, si garantisce la qualità di un esecuzione che anche quest’anno propone un programma di grande charme e divertimento”.

OIDA – ORCHESTRA INSTABILE DI AREZZO – direttore Alessio Tiezzi

Teatro Petrarca – ore 18.00

Programma di Sala:

OTTORINO RESPIGHI
–    Antiche Arie e danze per liuto – Seconda Suita
     I – Laura Soave (Andatino, Allegro marcato, Andatino)
    II – Danza Rustica (Allegretto)
    III – Campanae Parisienses (Aria, Andate mosso, Largo espressivo)
    IV – Bergamasca (Allegro)

CAMILLE SAINT-SAENS
–     Danse Macabre, Poema sinfonico op.40

ANTONIN DVORAK
–     Danza Slava Op. 46 n.4
–     Danza Slava Op. 46 n.8

JOAHNNES BRAHMS
–     Danza Ungherese WoO 1 n.5 in sol minore

JOHANN STRAUSS II
–     Pizzicato Polka
–     Sul bel Danubio Blu

EDUARD STRAUSS 
–     Bahn frei! Polka schnell, Op.45

ARTURO MARQUEZ
–     Danzon no.2

 

BIGLIETTI

Ingresso gratuito ma su prenotazione.

Biglietteria online DISCOVERAREZZO oppure

Teatro Petrarca il mercoledì-giovedì-venerdì dalle ore 17.30 alle 19.30,

giorno dello spettacolo dalle ore 15.00