70 Concorso polifonico internazionale

70° CONCORSO POLIFONICO INTERNAZIONALE GUIDO D’AREZZO

Il 70° Concorso Polifonico Internazionale Guido d’Arezzo. Dal 23 al 28 agosto 2022 concerti, convegni, tavole rotonde e masterclass

Una manifestazione simbolo della città e una città simbolo della manifestazione: dal 23 al 28 agosto 2022 Arezzo celebra il 70° Concorso Polifonico Internazionale Guido d’Arezzo, tornato quest’anno ad essere ancora una volta encomiato dallo Stato Italiano con l’invio della Medaglia di Rappresentanza della Presidenza della Repubblica.

“Come sempre il Polifonico non è soltanto concorso corale – dichiara il direttore artistico Luigi Marzola– ma momento di approfondimento culturale-musicale: in collaborazione con il Centro Studi Guidoniano e la rivista “Polifonie” è stato organizzato un convegno-tavola rotonda su Franchino Gaffurio in occasione del 500° anniversario della morte (Lodi, 14 gennaio 1451 – Milano, 24 giugno 1522), che ne indagherà soprattutto gli aspetti compositivi, ed anche un seminario sul Cecilianesimo dedicato ai 75 anni di Cesarino Ruini.Anche l’attività didattica della Scuola per Direttorisi intreccerà con la settimana del concorso: una Masterclass del M.° Georg Grün nelle giornate di martedì 23 e mercoledì 24 e il Coro Giovanile Italiano, nella giornata di domenica 28, saranno a disposizione degli studenti dei corsi di direzione per l’approfondimento interpretativo del loro percorso di studi.

Non mancheranno i Concerti in Provinciadi alcuni cori iscritti al Concorso così come i concerti serali da mercoledì 24, con il coro di Kiev che festeggerà la giornata dell’indipendenza dell’Ucraina proprio ad Arezzo, a sabato 28 con il Coro Giovanile Italiano che chiuderà il concorso.

Inoltre, in occasione del Festival di Canto Popolaredi venerdì sera in Fortezza, ci sarà un omaggio ai Beatles commissionato appositamente dalla Fondazione “Guido d’Arezzo”: ricorre infatti quest’anno il sessantesimo anniversario della fondazione dei FabFour nella storica formazione che conosciamo.

Per finire, un’importante sorpresa dedicata a tutto il pubblico del Polifonico: sabato pomeriggio, presso la Parrocchia di Badia delle Sante Flora e Lucilla, verrà esposta per la prima volta una tela di fine ‘600, recuperata e restaurata da poco a cura del Rotary club di Arezzo, raffigurante Guido Monaco; per l’occasione, la Prof.ssa Donatella Melini terrà una breve relazione sull’iconografia guidoniana”.

Quest’anno il Polifonico, vanta ancora una volta una rappresentanza che ha fatto il giro del mondo con ben 13 cori in concorso: 

Megido Choir IsraelSchola Gregoriana DiscantusEin Hashofet- IsraelePolonia 
En KörDjursholm – Svezia
Coro Giovanile With UsRoma – Italia
Coro ArtemusicaTorino – Italia
Academia Alma VoxRoma – Italia
Coro Giovanile C. Eccher Val di SoleTrento – Italia
AurumLuanco- Spagna
Gruppo Vocale ArmoniosoincantoPerugia – Italia
Coro Giovanile Effetti SonoriFoiano della Chiana – Arezzo
Chamber Choir “Sophia”Kiev – Ucraina
Childrens Choir of Musamari Choral SchoolTallin – Estonia

“La 70esima edizione del Polifonico Internazionale “Guido d’Arezzo” ricorre in un anno che finalmente ha ritrovato normalità e recuperato entusiasmo dopo lunghi mesi di sospensione di ogni genere di iniziativa anche artistico-culturale. Torna quindi, nella sua formula tradizionale e più piena in occasione proprio del suo 70esimo compleanno, una manifestazione che appartiene alla città in maniera esclusiva, rendendola riconoscibile in Italia e all’estero per l’unicità di un evento che rappresenta l’eccellenza della coralità. Il Polifonico occupa di diritto un posto privilegiato per storia, tradizione, vocazione primaria nel panorama musicale della nostra città, identificato a buon diritto nel nome di quel monaco il cui studio e il cui ingegno rivoluzionarono il modo di insegnare, comporre e tramandare la melodia”, dichiara il sindaco e presidente della Fondazione Guido d’Arezzo, Alessandro Ghinelli.

Info: www.polifonico.org – polifonico@fondazioneguidodarezzo.com

LIBRETTO