Laboratori, incontri e storie di Natale. I weekend della Fortezza medicea. Gli eventi

Laboratori e incontri dedicati ai più piccoli. Sono questi alcuni degli eventi in calendario all’interno della Fortezza medicea in occasione di Arezzo Città del Natale. In concomitanza con la rassegna, anche la maestosa fortificazione che domina la città è tornata ad essere nuovamente fruibile e aperta al pubblico.

La Fondazione Guido d’Arezzo, in collaborazione con il Comune, Progetto 5 e con il centro guide turistiche, ha ideato un fitto calendario di laboratori per i bambini delle scuole primarie (dalle 16.00 alle 18.00). Causa Covid il numero di posti è limitato 30 sia per le visite che per i laboratori.

Tutti gli eventi sono gratuiti.

I weekend in fortezza

27 novembre
Laboratorio per bambini“Aspettando il Natale”
– costruzione di un calendario dell’avvento.

 

28 novembre 

Visita Guidata Alle 11 la fortezza medicea dei Sangallo e l’antica cittadella scomparsa di Arezzo, tra architettura e personaggi importanti: Un bene restituito alla città.

Visita Guidata  Alle 14,30 – Più di 2000 anni storia all’interno e all’esterno della fortezza medicea – Vi raccontiamo le origini di Arezzo e gli aneddoti attraversando i bastioni: della “Diacciaia”, della Spina, del  Belvedere, della chiesa e del Soccorso.

 

4 dicembre

Laboratorio per bambini “Addobbiamo l’albero di Natale” – costruzione di addobbi natalizi.

 

5 dicembre

Visita Guidata   Alle 11 Il colle di San Donato, San Donato in Cremona, il “Capitolium”: l’origine della città di Arezzo e la sua evoluzione nel tempo.

Visita Guidata  Alle 16 – La fortezza e il Prato all’imbrunire con la magia del tramonto e la suggestione delle quattro valli. Un Viaggio nel tempo e nella bellezza.

 

11 dicembre

Laboratorio per bambini – “Natale in un barattolo” – costruzione di una palla di neve.

 

12 dicembre

Visita Guidata  Alle 14,30 – Più di 2000 anni storia all’interno e all’esterno della fortezza medicea. Vi raccontiamo le origini di Arezzo e gli aneddoti attraversando i bastioni: della “Diacciaia”, della Spina, del Belvedere, della chiesa e del soccorso.

 

18 dicembre

Laboratorio per bambini – “Caro Babbo Natale” – lettera a Babbo Natale.

 

19 dicembre

Visita Guidata  Alle 11 – La fortezza medicea dei Sangallo e l’antica cittadella scomparsa di Arezzo, tra architettura e personaggi importanti: Un bene restituito alla città.

Visita Guidata Alle 16,00 – La fortezza e il Prato all’imbrunire con la magia del tramonto e la suggestione delle quattro valli. Un Viaggio nel tempo e nella bellezza.

 

23 dicembre

Laboratorio per bambini – “Raccontiamo il Natale” – laboratorio di letture natalizie.

 

Prenotazioni dal sito www.fondazioneguidodarezzo.com – info@fondazioneguidodarezzo.com – 0575 377437. Le prenotazioni scadono alle ore 18.00 del venerdì

Giovanni Andrea Zanon

Giovanni inizia lo studio del violino all’età di 2 anni. Nel corso della sua attività musicale vince oltre 30 concorsi nazionali ed internazionali tra i quali il Riviera Etrusca all’età di 4 anni, il Premio Nazionale delle Arti come miglior violinista dei conservatori italiani, il concorso di Novosibirsk in Russia dove ottiene anche tutti i premi speciali ed il diploma di laurea al Wieniawski and Lipinski Violin Competition di Lublino.

Effettua concerti in qualità di solista esibendosi in alcune delle sale più prestigiose al mondo tra le quali la Carnegie Hall di New York, il Musikverein di Graz, il Teatro alla Scala di Milano, il Teatro La Fenice di Venezia, la Smetana Hall di Praga, la Bayerische Staatsoper di Monaco, il Festspielhaus di Baden-Baden, il Gran Teatre del Liceu di Barcellona, la Royal Opera House di Muscat, il Teatro Politeama di Palermo, l’Arena di Verona e l’Auditorium Parco della Musica di Roma.

Riceve numerose menzioni e riconoscimenti fra i quali, a sei anni, quello del Presidente della Repubblica Italiana Ciampi e quelli dalla Reale Escuela Superior de Musica Reina Sofia di Spagna, dall’Ambasciata Generale degli Stati Uniti in Canada, il Leone d’Oro dalla Regione Veneto per i meriti artistici conseguiti all’estero nonché la nomina di Alfiere della Repubblica dal Presidente Sergio Mattarella.

Ammesso al conservatorio “C. Pollini” di Padova nel 2002, all’età di quattro anni, risulterà essere il più giovane ammesso nella storia delle istituzioni musicali statali italiane. Successivamente si diploma al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia con lode e menzione onorevole. Su consiglio di Zubin Mehta si trasferisce negli Stati Uniti per studiare con Pinchas Zukerman presso la Manhattan School di New York dove risulta vincitore della selezione per il Master of Art di violino all’età di 16 anni. Successivamente si perfeziona alla Hochschule für Musik Hanns Eisler di Berlino con Antje Weithaas. Nal settembre 2020 si diploma con lode presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia sotto la guida di Sonig Tchakerian.

Giovanni suona il meraviglioso violino G. Guarneri del Gesù, Cremona 1739, ex Ebersholt-Menuhin. Il prestito rientra nel progetto “Adopt a Musician”, iniziativa ideata da Music Masterpieces SA, Lugano.

Bando per la Concessione in uso dei locali ad uso Bar del Teatro Petrarca e del Teatro Pietro Aretino

L’oggetto della concessione è la gestione del servizio bar all’interno del Teatro Petrarca e del Teatro Pietro Aretino da espletare in occasione degli spettacoli organizzati o coorganizzati dalla Fondazione nonché da soggetti terzi autorizzati dalla Fondazione.

 

“Arezzo non molla e riparte” Bonus Cultura 2020

A seguito della delibera “Arezzo non molla e riparte” finalizzata a dare incentivi e stimoli di ripartenza dopo la difficilissima fase post Covid, il Comune di Arezzo – nell’ottica della valorizzazione delle professionalità espressione del tessuto culturale aretino e nella volontà di offrire un sostegno diretto alle associazioni culturali operanti in Città – ha deciso di destinare una provvidenza di 100mila euro finalizzata a sostenere le associazioni culturali.
In considerazione della difficilissima situazione Covid, verificatasi nell’anno 2020, verranno valutati anche gli eventi già realizzati a decorrere da gennaio 2020, oltre a quelli da realizzare entro il 31 dicembre 2020.
La Fondazione Guido d’Arezzo è indicata come ente strumentale nella cura dell’avviso e nella selezione dei progetti il cui requisito di ammissione sarà la predisposizione di iniziative culturali che si svolgano nella Città di Arezzo organizzate da Associazioni Culturali che operino in Città da almeno cinque anni.

Errata Corrige:
Il progetto dovrà essere di max 7 pagine, oltre il piano finanziario, carattere Times New Roman, passo 12, e le pagine oltre la settimana non verranno considerate nella valutazione.
Il punteggio per il numero e la qualità dei progetti realizzati “oltre 11 eventi 10-15 punti”

Proroga Scadenze:
La scadenza per la presentazione delle domande è prorogata a lunedì 03 Agosto ore 12:30


Orari Fondazione per la consegna delle domande:
Dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 12:30

Allegati:

Bando

Modello 1 – Domanda di partecipazione

Modello 2 – Modello progetto

Nuova ripartizione contributo

Graduatoria annullata

Graduatoria Corretta